Crea sito

La Pastiera Napoletana, il dolce della tradizione pasquale

La Pastiera Napoletana

La Pastiera napoletana

la pastiera napoletana

La pastiera napoletana  per me è il dolce della Pasqua, i suoi profumi e il suo sapore mi fanno pensare alla primavera, al grano nei campi e al fior d’arancio. La mia ricetta è un mix di tradizione e gusto personale, infatti quest’anno ho voluto alleggerirla un po’, dimezzando lo zucchero e le uova, mettendo solo crema pasticciera, e devo dire che mi sono sorpresa nel sentire quanto era buona, fetta dopo fetta, e…niente…. noi la pastiera  l’abbiamo già mangiata, anche se manca più di una settimana a Pasqua!

Dosi per due stampi da cm 22

Ingredienti per la pasta Frolla

gr. 400 farina 0

gr. 100 Fecola di Patate

4 tuorli d’uovo

gr. 300 burro

gr. 200 zucchero a velo

vaniglia e scorza di limone

Ripieno

gr. 500 ricotta piuttosto asciutta

gr. 500 grano cotto

gr. 500 latte intero

gr. 500 Crema Pasticcera per la ricetta guarda  qui 

gr. 150 zucchero

arancia candita a cubetti piccoli

Aroma Millefiori per Pastiera (indispensabile) io uso questo

Scorza di un limone e di un’arancia finemente grattugiate

Iniziamo con la pasta frolla

Nella ciotola della planetaria  con la foglia o con le mani impastare le farine setacciate con il burro  freddo, lavorare fino a che si sarà formata la sabbiatura. Aggiungere i tuorli sbattuti con gli aromi e impastare velocemente, poi lo zucchero a velo tutto in una volta e impastare fino quando avremo un composto asciutto che non si appiccica alle mani. Creare un panetto e riporlo in frigorifero coperto da pellicola per alimenti.

In un tegame fare cuocere il grano con il latte, due cucchiai di zucchero e una noce di burro, cuocere finché il grano non avrà assorbito il latte.

Fare raffreddare poi aggiungere le scorzette, l’arancia candita lo zucchero, la vaniglia, la ricotta setacciata e l’aroma pastiera, mescolare bene.

Quando la farcitura della pastiera è ben amalgamata  aggiungere la crema pasticciera  in tre volte e unirla al composto con una spatola, dal basso verso l’alto.

Coprire e lasciare riposare per 30 minuti.

Nel frattempo preparare le teglie da pastiera, imburrate ed infarinate.

Riprendere la pasta frolla, su un piano di lavoro infarinato stenderla col matterello ad uno spessore di 3-4 mm e rivestire il fondo degli stampi. Ricordarsi di lasciare una parte di pasta frolla per le strisce di copertura.

Riempire le  due teglie con la farcitura quasi fino all’orlo. Coprire con le strisce disposte  secondo  il tipico incrocio della pastiera napoletana

Cuocere in forno già caldo a 170 gradi per 1 ora, passato questo tempo controllare con uno stecchino che deve uscire  asciutto.

Quando la pastiera è cotta e dorata lasciarla dentro il forno socchiuso per farla raffreddare lentamente. Estrarla e farla riposare anche tutta la notte. La Pastiera Napoletana, infatti, va mangiata dopo un lungo riposo, solo così tutti i sapori ed i profumi si saranno uniti e bilanciati.

la pastiera napoletana